Etichetta: Lewis Hamilton

Niente più scuse, questa è la nostra realtà: Hamilton

Niente più scuse, questa è la nostra realtà: Hamilton

Formula 1
Lewis Hamilton, caduto nella seconda parte delle qualifiche per la gara sprint di sabato, ha detto che la Mercedes ha dovuto accettare la situazione attuale dopo aver tirato fuori tutto dalla vettura. Hamilton ha commesso un errore nell'ultimo tentativo ad alta velocità e ha colpito il guard rail alla 16a curva. Il suo giro è stato abbastanza buono per un modesto dodicesimo posto, con il suo compagno di squadra George Russell che ha concluso solo una posizione più in alto. Erano a mezzo decimo di secondo dal leader del decimo posto in SQ3, e dopo le qualifiche Hamilton ha spiegato che la caduta di questa volta non era il risultato di una sperimentazione con le regolazioni. "Questa volta non ci sono stati esperimenti, ho solo provato a far funzionare la macchina. Sento di aver tirato fuori tutto dalla macchina e questa è la realtà. Dobbiamo accettare che siamo
Hamilton: Norris dovrebbe lasciare la posizione indifesa

Hamilton: Norris dovrebbe lasciare la posizione indifesa

Formula 1
Lewis Hamilton ritiene che Lando Norris avrebbe dovuto dargli il comando nella gara sprint senza difendersi, poiché avrebbe potuto subentrare più avanti nella gara. Norris ha vinto la migliore posizione di partenza per la gara sprint di sabato, con Hamilton che partiva al suo fianco in prima fila. Ma il pilota della Mercedes si è fatto strada verso l'interno della prima curva, con Norris che ha cercato di restare con lui all'esterno, dato che in quel caso sarebbe stato in una posizione migliore all'ingresso della seconda curva. Ma il pilota della McLaren ha esaurito lo spazio, uscendo di pista e perdendo diverse posizioni, senza alcuna possibilità di lottare per le prime posizioni. Ma Hamiton ritiene che la McLaren sia più veloce della Mercedes e Noris avrebbe potuto giocare il primo giro in modo più intelligente: "Sono partito un po' meglio e ho scelto la traiettoria interna. Lando ha cercato di restare davanti
Delusione in casa Hamilton: perché Norris ha recuperato un giro?

Delusione in casa Hamilton: perché Norris ha recuperato un giro?

Formula 1
Quando il tempo di Lando Norris, che era più di un secondo più veloce del tentativo di Lewis Hamilton, è stato cancellato dai commissari di gara di F1 a Shanghai, in Cina, sembrava già che il pilota della Mercedes almeno questa volta sarebbe finito in testa alla classifica dopo una lunga assenza dalla vetta della classifica. Ma il pilota della McLaren ha recuperato il suo tempo sul giro, suscitando non poco confusione e delusione tra i tifosi di Hamilton. Perché la FIA ha cancellato il tempo sul giro di Lando Norris per poi ripristinarlo? Norris è uscito di pista nell'ultima curva prima dell'ultimo giro veloce. In circostanze normali, la FIA dovrebbe quindi cancellare anche il round successivo, perché in alcuni circuiti, come il Red Bull Ring in Austria, uscire di pista all'ultima curva prima dell'inizio di un nuovo round può dare al pilota un vantaggio. Ma nelle note terribili
Verstappen vince la gara sprint in Cina

Verstappen vince la gara sprint in Cina

Formula 1
Max Verstappen ha recuperato ciò che ha perso nelle qualifiche nella gara sprint di F1 in Cina vincendo dopo aver preso il comando a metà della gara di 19 giri. L'olandese ha iniziato la corsa non-stop con un po' di riluttanza perché la batteria della sua vettura non si caricava, e dell'assenza della stella della Red Bull ha approfittato Lewis Hamilton in testa alla colonna, che ha preso il comando della gara con una corsa aggressiva manovra contro Lando Norris alla prima curva. Ma l'attuale campione del mondo, che nei primi giri ha dovuto respingere Carlos Sainz, apparentemente più veloce, ha risolto i problemi e poi ha affrontato rapidamente Fernando Alonso, secondo, e subito dopo senza grossi problemi il leader Hamilton, che ha dovuto accontentarsi per il secondo posto e ben dodici secondi dietro. https
Mercedes: Oggi potremmo salire sul podio

Mercedes: Oggi potremmo salire sul podio

Formula 1
Toto Wolff è fiducioso che la sua vettura avrebbe potuto lottare per il podio nella gara di Suzuka se non avessero avuto problemi con le gomme dure nella prima parte della gara. George Russell e Lewis Hamilton hanno montato gomme dure con cerchio bianco sulla loro vettura durante l'interruzione dovuta all'incidente di Alex Albon e Daniel Ricciardo, anche se hanno iniziato la gara con gomme dure medie. La Mercedes sperava di cambiare tattica per finire la gara con una sola sosta, ma quando la gara è ripresa, Russell e Hamilton erano troppo lenti, quindi hanno cambiato nuovamente strategia e hanno effettuato un altro cambio gomme. Russell ha superato Oscar Piastri con gomme medio dure negli ultimi giri della gara e ha concluso settimo, mentre Hamilton non è riuscito a finire sopra il nono. "Abbiamo finito questa gara difficile
Hamilton: la Mercedes la migliore a Suzuka nelle ultime tre stagioni

Hamilton: la Mercedes la migliore a Suzuka nelle ultime tre stagioni

Formula 1
Dopo le qualifiche per il Gran Premio del Giappone, Lewis Hamilton ha stimato che la vettura da corsa Mercedes W15 si sta comportando meglio sulla pista di "prova" di Suzuka rispetto alle due stagioni precedenti. Sebbene il britannico abbia vinto la settima posizione di partenza, il suo tempo è stato di oltre mezzo secondo peggiore del tempo sul giro con cui Max Verstappen ha ottenuto il miglior punto di partenza, ma dice che nelle prove libere ha avuto una chiara indicazione su come la Mercedes dovrebbe svilupparsi un'auto da corsa che sono riusciti a migliorare solo con poche piccole modifiche. "In quest'ultima settimana abbiamo capito bene come possiamo preparare meglio la macchina e questo fine settimana è molto meglio guidare. Su questa pista, dove serve un buon bilanciamento, non è andata così bene negli ultimi tre anni. L'anno scorso eravamo più di un secondo indietro, oggi mancano solo sette decimi
Hamilton dopo il peggior inizio di carriera: sto cercando di rimanere positivo

Hamilton dopo il peggior inizio di carriera: sto cercando di rimanere positivo

Formula 1
Lewis Hamilton ha espresso il suo punto di vista sulla gara, terminata al diciassettesimo giro a causa di problemi alla sua vettura. Il britannico, che non sale sul gradino più alto del podio da più di due anni, ha iniziato la gara di oggi solo dall'undicesimo posto. Ecco perché la Mercedes ha deciso di provare una tattica leggermente diversa. A differenza della maggior parte dei concorrenti, è iniziato con la versione più morbida degli pneumatici Pirelli. Alla fine del settimo giro, quando è andato a cambiare le gomme, ha guadagnato due posizioni. Dieci giri dopo, si è ritirato mentre guidava in undicesima posizione. "Tutto è successo molto velocemente. Non c'era nulla che indicasse un possibile problema con la power unit. È un peccato che sia successo così presto. Una strategia diversa da quella dei concorrenti mi avrebbe dato la possibilità di guadagnare qualche posizione." "Questa è la cosa peggiore
Hamilton ha incolpato il vento per la sua scarsa prestazione

Hamilton ha incolpato il vento per la sua scarsa prestazione

Formula 1
Lewis Hamilton vorrà dimenticare al più presto le qualifiche di oggi dopo essere stato eliminato nella seconda parte e partirà la gara di domani soltanto dall'undicesima posizione di partenza. Ha attribuito la sua scarsa prestazione al vento, che si diceva avesse un forte impatto sulla già instabile macchina da corsa Mercedes. Dopo le prestazioni poco convincenti delle prove libere del venerdì, il britannico questa mattina si è dimostrato molto più sovrano nelle terze prove libere e si aspettava quindi con ottimismo le qualifiche. Ma qui la storia era completamente diversa. Quando la bandiera a scacchi ha segnalato la fine della seconda tappa, era nono, ma Yuki Tsunoda e Lance Stroll sono riusciti a migliorare i loro tempi e lo hanno spinto fuori dalla top ten. "Mi sono sentito molto bene durante il terzo allenamento, perché eravamo proprio accanto ai migliori, ecco perché l'ho fatto
Hamilton: Abbiamo bisogno di grandi cambiamenti

Hamilton: Abbiamo bisogno di grandi cambiamenti

Formula 1
Lewis Hamilton ha detto dopo la gara di Jeddah, che ha concluso con un modesto nono posto, che la sua macchina da corsa ha bisogno di grandi cambiamenti se vuole lottare per le prime posizioni. Durante la gara ha avuto la sensazione di correre in una categoria completamente diversa a causa dell'auto da corsa non poco competitiva. L'inglese non ha nemmeno rischiato di adottare una strategia diversa. Dopo l'incidente di Lanca Stroll nella prima parte, è entrata in pista la safety car. La maggior parte dei piloti ne ha approfittato per un rapido cambio delle gomme. Alla Mercedes hanno deciso di dividere la strategia e, a differenza di Russell, Hamilton non è stato chiamato per il cambio gomme. Ciò avrebbe potuto dare i suoi frutti se la safety car fosse rientrata in pista alla fine della gara, cosa che non è accaduta. "L'auto da corsa è relativamente buona nelle curve lente e medio-veloci
Hamilton: Eravamo lenti a causa dei rimbalzi

Hamilton: Eravamo lenti a causa dei rimbalzi

Formula 1
Lewis Hamilton ha concluso ottavo nelle qualifiche del Gran Premio dell'Arabia Saudita, e dice che avrebbe potuto finire più in alto se non fosse stato infastidito dai sobbalzi della sua macchina. Nelle prove libere di giovedì, Hamilton non era soddisfatto della vettura, principalmente perché mancava di stabilità, quindi hanno deciso di installare uno spoiler posteriore più grande sulla vettura W15. Il britannico ha elogiato la migliore stabilità, ma a causa dell'ala più grande perdeva velocità nei rettilinei, il che gli sarebbe quasi costato un posto nelle retrovie. Il sette volte campione del mondo è avanzato alla Q3 con soli 0.036 secondi di vantaggio sul pilota di riserva della Ferrari, il debuttante Olli Bearman, che sostituisce Carlos Sainz. Hamilton ha concluso le qualifiche a 0.144 secondi dal compagno di squadra George Russell, ma non era soddisfatto del risultato: "In