Rea: Siamo perduti in questo momento

Autore dell'articolo: , pubblicato l'24 febbraio 2024.

La nuova stagione della classe Superbike non è iniziata secondo i desideri di Jonathan Rea. Il nordirlandese, che ha lasciato la Kawasaki dopo nove anni alla fine della scorsa stagione e quest'anno è salito su una moto Yamaha, ha avuto non pochi problemi nella prima gara a Philip Island.

In qualifica ha ottenuto solo l'undicesimo posto. Nella prima parte di gara è riuscito a imporsi tra i migliori, salvo poi perdere molto tempo durante la sosta obbligatoria per il cambio gomme. Rientra in pista al diciottesimo posto insieme ad Alvaro Bautista, caduto nella prima parte di gara ma riuscito a riprendere la moto. Rea non è riuscito a tenere il ritmo dello spagnolo e ha concluso diciassettesimo.

"Per me è una delle gare più impegnative della mia carriera. Ho avuto una brutta partenza dalla posizione di partenza, ma poi sono riuscito a superare alcuni piloti. Ho deciso di essere uno dei primi a fermarmi, ma poi abbiamo avuto dei problemi e per questo ho perso molto tempo."

"Sono tornato in pista insieme ad Alvaro. Per i primi giri sono riuscito a tenere il suo ritmo e poi hanno cominciato a comparire gli errori."

"Dobbiamo cambiare il setting per domani perché non sono soddisfatto del comportamento della moto. Mi manca la fiducia”.

"Sappiamo quanto sia equilibrata la classe Superbike, quindi oltre ad una moto competitiva bisogna avere anche fiducia in essa. Se non ce l'hai non puoi essere competitivo. La mia guida non è all'altezza in questo momento. Mi sento un po’ perso, ma devo avere pazienza”.

“Il problema più grande qui sono le vibrazioni nella parte posteriore della moto. C’è ancora molto lavoro davanti a noi, ma credo che ce la faremo”.

Se lo desideri, puoi donarci in modo rapido e sicuro tramite PayPal. Ogni contributo ci aiuta, il tuo team World of Speed!

Puoi donare a questo link ->Donare